Le nostre pubblicazioni

Per i nostri corsi utilizziamo i libri di testo prodotti da noi:

  1. Permesso?
  2. Buon Appetito!
  3. Gramm.it
  4. Gramm.it per anglofoni.

I nostri libri di testo sono utilizzati anche da molte altre scuole di lingue e università, tra le quali la:

Seguono alcune recensioni:

Gramm.it for English-Speakers è stata pubblicata in due versioni: una in inglese per un pubblico anglofono con spiegazioni e istruzioni in inglese per mettere in evidenza i punti di contrasto tra le due lingue; una completamente in italiano per un pubblico di tutte le altre nazionalità. Entrambe le versioni della Gramm.it rappresentano una novità perché coniugano l’esperienza del passato con le nuove metodologie di insegnamento. In particolare: evitano, per quanto possibile, data la complessità degli argomenti, eccessivi riferimenti al metalinguaggio; presentano un modello di italiano il più vicino possibile al parlato; presentano le strutture grammaticali, secondo un criterio di gradualità, attraverso pubblicità, vignette, disegni per far riflettere sugli usi linguistici in un contesto piacevole; corredano ogni unità di una grande quantità di esercizi di diversa tipologia, dai più semplici ai più complessi; introducono negli esercizi e nei giochi elementi culturali (arte, cucina, geografia, usi, costumi) da sfruttare come spunto di conversazione e di confronto con altre culture. Ogni unità è caratterizzata da una presentazione grammaticale (forme, usi, eccezioni e particolarità), seguita da un gran numero di attività, da un gioco didattico e da una sezione di testi autentici con attività destinate agli studenti di livello più avanzato. Il libro è corredato da un’appendice che include: le chiavi di correzione degli esercizi, grazie alle quali può essere usato anche in auto-apprendimento; le tavole riassuntive dei verbi regolari e dei principali verbi irregolari. In considerazione delle caratteristiche elencate ritengo che questa grammatica sia adatta sia per studenti di liceo che di università e possa essere usata non solo come punto di riferimento e di supporto ma anche come testo da utilizzare in classe.

Anna Cioli, Itaca, Rivista di Studi Italiani

Dalla romana Bonacci ecco una grammatica aggiornata e facile alla consultazione: «Gramm it for English-speakers», completa di esercizi e di materiali d’una modernità esemplare. L’hanno curata Gabriella Iacovoni, Nadia Persiani e Barbara Fiorentino. Ogni punto grammaticale risulta chiaro (il tutto facilitato da illustrazioni a colori a non finire), di esso viene spiegato il modo d’usarlo, si attrae lo studente verso ciò che costituisce l’eccezione nel linguaggio e si usano giochi con parole davvero stimolanti e piacevoli.

Franco Borrelli, America Oggi

Buon Appetito! è un libro veramente utile e versatile. Venti sono le regioni italiane e venti sono le unità: per ogni regione vengono presentate delle ricette tipiche ed una serie di attività coordinate che approfondiscono il lessico ed alcuni aspetti grammaticali. Al centro resta sempre la ricca tradizione enogastronomica italiana (alle ricette vengono anche abbinati dei vini, le cui caratteristiche sono descritte brevemente nelle schede in fondo al libro). Ogni unità inizia con una sintetica descrizione delle tradizioni gastronomiche della regione in oggetto, ed una ricetta tipica. Segue poi una sezione di “Vocabolario illustrato”, partendo da una terminologia generica sulla cucina per le prime unità, per andare poi sempre più nello specifico, con unità sui salumi, i tagli di carne ecc.; gli esercizi successivi servono a praticare il lessico presentato. Vengono inoltre presentate brevi attività che approfondiscono alcune forme linguistiche particolari. In appendice le chiavi degli esercizi, le schede riassuntive del vocabolario illustrato presente in ogni unità, una scheda di conversione dei pesi e delle misure e le schede dei vini. Si tratta di un libro molto versatile, poiché può essere usato sia per lezioni di cultura, sia per ripasso su alcuni aspetti grammaticali o sul lessico. Inoltre le unità offrono un buono spunto per approfondimenti sulle tradizioni gastronomiche delle nostre regioni, ed è quindi adattabile a qualunque livello di competenza linguistica (gli argomenti linguistici presentati arrivano invece fino ad un A2/B1). Infine può essere una scusa per organizzare una cena “sociale” con gli studenti o una visita di gruppo ad una trattoria locale!

Redazione, Comeitaliani

Grande successo di pubblico ieri alla libreria Feltrinelli international di via Vittorio Emanuele Orlando, per la presentazione del libro “Buon appetito! l’Italiano tra lingua e cucina regionale”, edito da Bonacci. Il libro non è un semplice ricettario ma un’opportunità didattica per stranieri di imparare le strutture della nostra lingua in modo semplice e divertente tra la molteplice varietà della cucina regionale italiana. L’opera è stata redatta da Gabriella Iacovoni, Barbara Fiorentino e Nadia Persiani tre brillanti autrici esperte di lingua ed è suddiviso in 20 unità didattiche corrispondenti alle regioni italiane. In appendice anche la scheda dei vini curata da esperti del Gambero Rosso che hanno fornito utili suggerimenti per la stesura del libro.

Redazione, Navigaroma

Con «Buon appetito» si impara l’italiano. Imparare la nostra lingua attraverso la grande varietà gastronomica italiana. È la proposta di Barbara Fiorentino, Gabriella Iacovoni e Nadia Persiani, autrici del libro «Buon appetito!», che sarà presentato martedì alle 18 alla libreria Feltrinelli di via Vittorio Emanuele Orlando. Il testo è destinato a studenti stranieri di tutte le nazionalità che abbiano una conoscenza intermedia della lingua italiana. E che vogliano ampliare il loro vocabolario studiando il lessico culinario. Non si tratta di un semplice ricettario, piuttosto di un supporto ad un corso di lingua tradizionale. «Buon appetito!» presenta in breve le caratteristiche delle cucine regionali italiane, con l’ obiettivo di sfruttare il vasto «vocabolario culinario d’ Italia» per concedere agli studenti stranieri una chiave d’ accesso originale alla nostra lingua. L’ italiano, infatti, «è particolarmente ricco di riferimenti culinari che appaiono nei proverbi, nei modi di dire, nelle canzoni, nell’ arte, nel cinema e nella letteratura», sottolineano le autrici. «Buon appetito!» è diviso in venti capitoli, corrispondenti alle regioni italiane. Per ciascuna di esse è proposta una ricetta locale ed un vocabolario illustrato. Per favorire l’ apprendimento, in ogni sezione sono presenti esercizi grammaticali e lessicali, giochi e curiosità.

Redazione, Corriere della Sera

Gramm.it è una nuova grammatica italiana per stranieri che coniuga l’esperienza del passato con le nuove esigenze del presente, evitando eccessivi riferimenti al metalinguaggio. Il volume presenta le strutture grammaticali attraverso vignette, pubblicità o immagini per far riflettere sugli usi linguistici in un contesto utile e piacevole, e secondo un criterio di gradualità: dal semplice al complesso e dal più frequente al meno frequente. Correda ogni unità una grande quantità di esercizi, che spaziano da quelli più meccanici a quelli di comprensione, di interpretazione, di sviluppo del lessico per aree tematiche; gli esercizi sono presentanti in modo graduale: di riconoscimento, di produzione guidata e di produzione in contesto. Negli esercizi e nei giochi vengono talvolta inseriti elementi culturali (arte, cucina, geografia, usi, costumi) da sfruttare come spunto di conversazione e di confronto tra culture. Alla fine di ogni unità viene proposto un gioco finale, per riassumere le strutture presentate.

Redazione, Loescher